Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.

C.R.I Comitato Milano Est - Peschiera Borromeo

Sul territorio al tuo fianco



Ricevi HTML?

News di Croce Rossa Italiana

  • Giorno del Ricordo. Rocca: Il dramma di Foibe ed esodo ci toccò da vicino
    “Il dolore, lo strappo, lo straniamento perpetuo di un esilio forzato. Nessuno ha mai saputo raccontarli come il Sommo Poeta, di cui quest’anno festeggiamo il Settecentenario dalla morte. Trauma e sofferenza per le radici strappate accomunano l’Alighieri agli italiani di Fiume, Venezia-Giulia e Dalmazia che, ormai quasi 80 anni fa, furono costretti a lasciare tutto e fuggire dalla violenza del regime comunista del Maresciallo Tito. Si tratta di una delle pagine strappate più dolorose della storia del XX secolo, nella quale si intreccia l’importante lavoro della Croce Rossa in favore degli esuli.
  • 9 Febbraio 1908 - 9 Febbraio 2021: Nascita del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana
    Il 9 febbraio 1908 prese avvio ufficialmente la Scuola delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana (scuola-ospedale), ospitata a Roma presso l’Ospedale Militare del Celio (2 ° Padiglione - Villa Fonseca.). L’inaugurazione solenne fu onorata dalla presenza di S.M. la Regina Elena, che aveva accordato il suo Alto Patronato e vide la partecipazione di S.E. il Ministro della Guerra Severino Casana.
  • La Croce Rossa di Cuneo tira le somme del 2020, l’anno del Covid. Migliaia le persone aiutate da oltre 82mila ore di attività
    292.000 chilometri per 82.250 ore di volontariato, un numero enorme quello della Croce Rossa Italiana - Comitato di Cuneo. Sono le ore spese dai 358 volontari e 10 dipendenti impegnati nel 2020 a favore della popolazione cuneese – e non solo: la CRI di Cuneo è infatti stata impegnata anche in Lombardia durante il periodo più critico dell’emergenza Covid-19 portando soccorso a 29 persone.

118 e trasporto infermi

 

Sicuramente il servizio di Primo Soccorso è l’attività più antica e consolidata del Comitato Locale Milano Est, che nel 2008 compie difatti 25 anni di servizio sul territorio.

 

Ciò che ha sicuramente caratterizzato maggiormente il percorso di crescita e trasformazione del servizio del Primo Soccorso è stata sicuramente l’istituzione del 118. 

 

Il 118 non è solo un numero telefonico, ma è una realtà che in questi anni si sta potenziando sempre più con il compito di creare una rete di soccorso sempre più efficiente e professionale.
Compito del 118 è quello di attuare un migliore coordinamento delle ambulanze presenti sul territorio e di garantire un soccorso sempre più specializzato e qualificato.
Per questo motivo le varie centrali operative del 118 creano dei “Protocolli Operativi”  che consentono ai volontari di affrontare le diverse situazioni nel miglior modo possibile, senza dimenticare i Corsi di aggiornamento che spesso vengono organizzati e tenuti da Istruttori certificati.

Attualmente il Comitato Locale Milano Est garantisce al 118 una macchina 24 ore su 24 con una copertura territoriale relativa ai Comuni di Peschiera Borromeo, Rodano e Mediglia anche se, in caso di necessità, può esserci richiesto di intervenire in Comuni limitrofi.

Quando il numero di volontari presenti in un turno lo consente, viene creato un secondo equipaggio e l’ambulanza viene inviata presso la sede di Pantigliate, dove rimane a disposizione del 118 per quanto più tempo possibile. 

I Volontari del Soccorso si prestano anche all’attività di trasporto di persone inferme (da ospedale a ospedale, da casa ad ospedale o viceversa….). E’ un servizio a pagamento, a differenza degli interventi di Primo Soccorso, e viene richiesto un minimo di preavviso per poter consentire di organizzare il trasporto in ogni suo dettaglio.