Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.

C.R.I Comitato Milano Est - Peschiera Borromeo

Sul territorio al tuo fianco



Ricevi HTML?

News di Croce Rossa Italiana

  • Giorno del Ricordo. Rocca: Il dramma di Foibe ed esodo ci toccò da vicino
    “Il dolore, lo strappo, lo straniamento perpetuo di un esilio forzato. Nessuno ha mai saputo raccontarli come il Sommo Poeta, di cui quest’anno festeggiamo il Settecentenario dalla morte. Trauma e sofferenza per le radici strappate accomunano l’Alighieri agli italiani di Fiume, Venezia-Giulia e Dalmazia che, ormai quasi 80 anni fa, furono costretti a lasciare tutto e fuggire dalla violenza del regime comunista del Maresciallo Tito. Si tratta di una delle pagine strappate più dolorose della storia del XX secolo, nella quale si intreccia l’importante lavoro della Croce Rossa in favore degli esuli.
  • 9 Febbraio 1908 - 9 Febbraio 2021: Nascita del Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana
    Il 9 febbraio 1908 prese avvio ufficialmente la Scuola delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana (scuola-ospedale), ospitata a Roma presso l’Ospedale Militare del Celio (2 ° Padiglione - Villa Fonseca.). L’inaugurazione solenne fu onorata dalla presenza di S.M. la Regina Elena, che aveva accordato il suo Alto Patronato e vide la partecipazione di S.E. il Ministro della Guerra Severino Casana.
  • La Croce Rossa di Cuneo tira le somme del 2020, l’anno del Covid. Migliaia le persone aiutate da oltre 82mila ore di attività
    292.000 chilometri per 82.250 ore di volontariato, un numero enorme quello della Croce Rossa Italiana - Comitato di Cuneo. Sono le ore spese dai 358 volontari e 10 dipendenti impegnati nel 2020 a favore della popolazione cuneese – e non solo: la CRI di Cuneo è infatti stata impegnata anche in Lombardia durante il periodo più critico dell’emergenza Covid-19 portando soccorso a 29 persone.

I nostri servizi

Il Comitato Locale Milano Est eroga sul territorio diversi servizi di Trasporto ed Assistenza.

Tali servizi possono essere prenotati dagli interessati contattando direttamente la nostra sede al tel.02.5470269 in orario d'ufficio, almeno 48 ore prima dell'erogazione del servizio stesso.

Al momento della prenotazione del trasporto è importante fornire le seguenti informazioni:

 

  • Data del trasporto e ora richiesta
  • Dati del richiedente trasporto (Nominativo e cellulare di riferimento)
  • Luogo di prelievo (segnalare eventuali impedimenti o difficoltà conosciute)
  • Luogo di destinazione (segnalare eventuali impedimenti o difficoltà conosciute)
  • Tipologia del servizio richiesto (consultare le tabelle tariffario)
  • Età e peso del trasportato
  • Condizioni del paziente (Allettato/Carrozzina/Ambulante/Altro)
  • Note Particolari:
    • Prevista attesa
    • Necessità carrozzina
    • Ha carrozzina propria
    • Necessita Ossigeno

 

La nostra sede

Le nostre sedi sono:

Via Carducci 7 - Peschiera Borromeo - Tel. 02.5471151
Volontari del Soccorso - Pionieri - Sede Amministrativa

 

Devo chiamare una ambulanza.....

Devo chiamare una ambulanza.....

E' urgente?


118: il numero unico per le emergenze sanitarie

Per chiamare un'ambulanza basta comporre il numero unico per le emergenze sanitarie 118. Il numero è attivo 24 ore su 24, è gratuito e raggiungibile da qualunque telefono (fisso o cellulare) anche senza credito. 

Quando chiamare il 118?
Si può chiamare il 118 in caso di incidente stradale, dolore improvviso al torace, perdita di coscienza, infortuni, o in qualunque caso si ritenga di avere un problema sanitario urgente che necessita del soccorso sul luogo dell'evento.
Il 118 è un numero per le emergenze, da considerare come una chiamata "salvavita". Non va quindi usato per evitare di rivolgersi al proprio medico curante.

Chi risponde al numero 118?
A questa chiamata risponde personale formato per stabilire, attraverso alcune domande veloci, quale mezzo di soccorso inviare sul posto in base al problema specifico descritto. E' importante rispondere chiaramente alle domande che vengono formulate dagli addetti del 118, proprio per garantire una scelta accurata del mezzo di soccorso adatto.

Cosa devo dire?
L'infermiere ha bisogno di sapere:
ο    numero di telefono (per poter richiamare se necessario)
ο    dove c'è bisogno di soccorso: località, via, numero civico, riferimenti utili per raggiungere il posto
ο    cosa succede: un malore, un incidente in macchina, moto, quanti feriti, ecc…
ο    se possibile, quanto è grave la situazione: il paziente è sveglio, come respira, prende dei farmaci, ha già avuto questo problema; il ferito si muove, perde sangue, è incastrato, ecc…
Anche se è difficile, bisogna cercare di parlare senza fretta e senza urlare per evitare errori di comprensione.

Perchè tante domande? Non si perde solo tempo?
L'infermiere che risponde al telefono non deve salire in ambulanza e non è da solo: mentre lui fa le domande, un altro equipaggio è pronto per partire verso il luogo dell'evento. Se necessario, l'infermiere può consigliare le prime cure da prestare fino all'arrivo dei soccorsi. 

Dopo la telefonata cosa succede?
L'infermiere, in base alle risposte ricevute, decide quale equipaggio di soccorso inviare e con che mezzo (ambulanza, elicottero, automedica). Appena giunta sul posto, l'équipe di soccorso valuta la situazione e presta le prime cure.
Se necessario trasporta la persona soccorsa in Pronto Soccorso per la prosecuzione delle cure e per gli accertamenti del caso.

 

Mi serve un trasporto non urgente (trasferimento)?


Quando non devo chiamare il 118?

Quando il problema sanitario non è urgente e la persona non è in pericolo di vita; oppure se sussiste il bisogno del solo trasporto di un paziente (per un ricovero programmato, una visita di controllo in ospedale, per la dimissione da una struttura o il trasferimento da un ospedale ad un altro). 

Allora chi chiamo?
Per un problema sanitario non urgente o per un'eventuale visita domiciliare bisogna chiamare il medico di base o la Guardia Medica (numero unico 848800804). 
Se serve un'ambulanza per un trasporto, è possibile chiamare la nostra sede in orario di ufficio al numero 025471151 oppure compilando il modulo online.